OPERE COMPLETE 

 

XXXIII-XXXIV. Le origini della filosofia contemporanea in Italia. I Neokantiani e gli Hegeliani

 
I Neokantiani
Parte Prima
Il neokantismo e Francesco Fiorentino

1. Il carattere filosofico negativo del neokantismo
2. Kant e i neokantiani
3. La filologia kantiana
4. Francesco Fiorentino neokantiano, e sua personalità
5. Suoi primi scritti
6. Il primo saggio su Bruno
7. Influenza dello Spaventa
8. Accenni hegeliani del Saggio sulla filosofia greca
9. Giudizi su Vico e Kant
10. Studi hegeliani diretti, e loro risultato
11. Tendenze positiviste
12. Raccostamento dello hegelismo col positivismo nel Pompaonazzi
13. Concetto della filosofia negli Elementi
14. Dalla prima alla seconda edizione degli Elementi
15. Contrasto tra la tendenza del pensiero e lo spirito del filosofo: Bruno e Spaventa
16. Importanza del Fiorentino

Parte seconda
Felice Tocco

1. Fiorentino e Tocco
2. Simpatie neoguelfe del Tocco
3. Amore per Francesco d'Assisi
4. Scarso valore storico e filosofico degli studi del Tocco sulle eresie
5. Il suo concetto della storia della filosofia e il suo metodo
6. Filologismo
7-8. Atteggiamenti positivisti giovanili, e non più superati
9. Studi kantiani
10. La giustificazione dell'apriori, e liquidazione del kantismo
11. Difetto di una soluzione definitiva
12. La filosofia licenziata

Parte terza
Filippo Masci

1. La sua prelezione del 1885 a Napoli
2. Avviamenti neokantiani giovanili (1871)
3. Il problema del pessimismo, quello della libertà del volere e la psicologia
4. Incapacità di fermare il vero punto di vista kantiano
5. La conoscenza e il cervello materiale
6. Il Masci ebreo errante della filosofia
7. Le difficoltà in cui si dibatte e la disperazione di una soluzione
8. Il di là
9. Oscurità impenetrabile
10-11. Esemplificazione: contraddizioni de' suoi studi sul parallelismo psicofisico
12. Due anime in un cervello, e misticismo agnostico porto dei naufraghi della filosofia

Parte quarta
La fine del neokantismo italiano

1. Neokantismo di G. Tarantino
2. Il problema della sensazione
3. Dalla gnoseologia alla fisiologia e alla biologia!
4. Confusione del criticismo col positivismo
5. Concetto naturalistico delle categorie
6. L'origine della coscienza
7. Naturalismo non più superato
8. Il proplema della morale
9. Un accenno, e una speranza non confermata
10. Il neokantismo del Chiappelli e la fisonomia di questo scrittore
11. La sua prolusione a Napoli (1887)
12. Tentativi di conciliare kantismo ed empirismo
13. Dalla critica alla metafisica
14. Tentativi di una concezione spiritualistica
15. Proposta di una filosofia dei "valori della natura"

Appendice
I Neotomisti

1. Attività del neotomismo col neokantismo
2. Origine del movimento neotomista in Italia nel sec. XIX
3-6. L'enciclica Aeterni Patris di Papa Pecci
7. Carattere del programma filosofico da essa proposto
8. I neotomisti della Accademia Romana di S. Tommaso d'Aquino: Cornoldi, G. Pecci, Sordi. - 9. L'edizione leonina delle opere di Tommaso d'Aquino, e Salvatore Talamo

Gli Hegeliani
1. Sguardo retrospettivo e giudizio sintetico.
2. Il positivismo nella storia della filosofia
3. Il neokantismo e la neoscolastica
4. Il problema della filosofia di Galluppi, Rosmini, Gioberti tuttavia intatto
5. Il merito dei platonici
6. La funzione del positivismo
7. Il rischio di questa filosofia
8. Ritorno a Gioberti
9. Gioberti e Vico risorti attraverso Hegel
10. I due indirizzi (cattolico e razionalista) nella filosofia italiana
11. Il razionalismo e la filosofia hegeliana
12. Rosmini ed Hegel
13. Hegel a Napoli


Parte Prima
I primordi dello hegelismo in Italia

1. Studi e pensieri hegeliani di Domenico Mazzoni
2. Intelligenza sua dello hegelismo
3. Vita e scritti di G. B. Passerini
4. Il P. e la filosofia recente tedesca
5. Sua difficoltà contro la deduzione della prima categoria della logica hegeliana
6. Hegelismo del P.
7. I suoi Pensieri filosofici
8. Galluppi e la filosofia germanica a Napoli
9. Orientamento della cultura napoletana negli ultimi anni avanti il 1848
10. La filosofia del Galluppi
11. Ottavio Solecchi
12. Sua azione
13. Stefano Cubani
14. Giambattista Ajello
15. Stanislao Gatti
16. Filosofia ed empirismo
17. La filosofia come sistema
18. Filosofia e religione
19. Estetica
20. Filosofia della storia
21. La storia d' Italia e il Papato
22. Polemica contro G. Ferrari; e concetto della filosofia italiana

Parte seconda
Augusto Vera e l'ortodossismo hegeliano

1. Giudizio del Gatti sul Vera
2. Insegnamento e influenza del Vera
3. Suo hegelismo
4. Cenni biografici
5-6. Primi scritti anti-hegeliani
7. Critiche della tesi dottorale francese (1845) a Hegel
8-9. Platonismo
10. La tesi latina e nuove critiche a Hegel
11. Scetticismo ateistico
12. Svolgimento di questo scetticismo nella tesi francese
13. Passaggio allo hegelismo (1848) e discussione del problema dei rapporti tra Stato e Chiesa
14. Soluzione non hegeliana
15. Il metodo antihegeliano delle esposizioni hegeliane del V.
16. Concetto dell' idealismo hegeliano
17. Il problema dell' idea logica
18. Soluzione dualistica
19. Il segreto della logica hegeliana non scoperto neppure nell'Introd. à la philos. de Hégel. - 20. Platonismo politico
21. Inni al genio di Hegel
22. Trascendenza delle idee
23. Scarsa conoscenza della storia della filosofia. Bacone
24. Locke, Leibniz
25. Cartesio
26. Kant
27. Fichte
28. Schelling
29. La filosofia italiana e B. Spaventa
30. Valore del V. come traduttore e commentatore di Hegel
31. Concetto materialistico della filosofia hegeliana come sistema chiuso
32. Tendenza mistica e antistorica della mente del V.
33. Il suo itinerario a Dio
34. La sua filosofia come contemplazione di un assoluto trascendente
35. Sua posizione di fronte alla dialettica
36. La sua interpretazione del divenire
37. I due difetti di essa
38. Il temperamento del V.
39. Il suo problema religioso
40. Soluzione antihegeliana delle questioni religiose
41. Il problema dell' immortalità
42. La morte e l'amore
43. Carattere generale della filosofia del Vera

Parte terza
Pietro Ceretti e la corruzione dello hegelismo

1. Introduzione
2. Biografia del Ceretti
3. Il suo primo saggio hegeliano
4. Elaborazione successiva e fortuna. Opera spesa dal D'Ercole per chiarirne il pensiero
5. Ragioni dell' insuccesso
6. Posizione rispetto ad Hegel
7. Mancata soluzione del problema intravisto
8. Tnlogia hegeliana e trilogia cerettiana
9. Il difetto del terzo momento della sua dialettica
10. Dissoluzione dello Spirito in coscienza astratta
11. L'uscita del filosofo dal mondo
12. L'abdicazione a qualsiasi volere, conclusione della vita
13. Pasquale D' Ercole. Vita, studi, tendenze
14. Critica al teismo e desiderio d'una riforma dell'hegelismo
15. Teoria dell'"essere evolutivo finale"
16. Antonio Tari e il Ceretti. Tari professore. Sua tendenza al misticismo
17. "Sapere, volere e fruire" contrapposti al pensare hegeliano
18. Limite fenomenologico e limite metafisico. Assolutezza del divenire
19. Hegel e Spinosa
20. Osservare non giudicare
21. Marianna Florenzi - Waddington. Vita e corrispondenti
22. Fede e ragione nelle Lettere filosofiche. La Florenzi e il pensiero schellinghiano
23. Religione e spinozismo. Adesione all'estrema sinistra hegeliana pel problema religioso

Parte quarta
Angelo Camillo De Meis e la filosofia della natura

1. A. C. De Meis. Vita e studi. Influsso del De Sanctis
2. Tentativi di spiritualizzazione della medicina
3. Rendere speculativa la medicina
4. Atteggiamento rispetto al principio ed allo svolgimento della filosofia della natura hegeliana. 5. De Meis e Spaventa
6. Il Dialogo Deus creavit
7. Il problema dell'origine della natura
8. Materia, forza e pensiero
9. Impossibilità di oltrepassare il principio
10. Arresto della sua speculazione
11. Il Dopo la laurea e la religiosità del De Meis
12. Scritti di A. C. De Meis

Parte quinta
Bertrando Spaventa e la riforma dello hegelismo

1. L'esilio dello Spaventa
2. Storicità della sua filosofia
3. Programma
4. Suoi rapporti col principio e col sistema hegeliano
5. Penetrazione dell' idealismo tedesco a Napoli intorno al 1850
6. Hegelismo e filosofia nazionale
7. La nazionalità della filosofia
8. Opposizione dell' hegelismo dello Spaventa a quello del Vera
9. Saggio sull'etica del Bruno
10. Bruno e Spinosa
11. Saggio sul Campanella
12. Empirismo e razionalismo in Campanella
13. Dualismo nella dottrina della mente
14. Dualismo nella metafisica
15. Bruno, Campanella e Vico
16. Bruno, padre della filosofia moderna e italiana
17. Studi sullo Spinosa
18. Sostanza ed attributi
19. L' identità di natura naturata, e natura naturante
20. La critica di Schelling ad Hegel e l'esigenza spaventiana di positività
21. Essenza e valore della dialettica
22. Critiche a Rosmini ed alla sua critica dell' begelismo
23. Rosmini e Kant
24. Galluppi e Kant
25. Il principio speculativo di Kant
26. Rosmini e il principio kantiano
27. Differenza tra Kant e Rosmini
28. Il concetto della deduzione delle categorie. Rosmini e Gioberti
29. Gioberti e lo psicologismo
30. Rapporti di Gioberti col platonismo e lo spinozismo
31. La formola giobertiana
32. Mediazione assoluta ed intuito in Gioberti
33. Libertà dello Spaventa di fronte all' Hegel
34. La teoria della circolazione del pensiero europeo e lo sviluppo del pensiero dello Spaventa 35. Critica della rappresentazione fantastica di questa circolarità
36. Studi sul Vico
37. Necessità del Vico. Analisi della Scienza Nuova
38. Difetto del Vico
39. La ricostruzione storica dello Spaventa e il principio del suo hegelismo
40. Vera e Spaventa
41. Limiti del campo di ricerca del Vera e di quello dello Spaventa
42. Spaventa, Hegel e la religione
43. Il problema della mente e la storia della filosofia
44. Apprezzamento del kantismo
45. Analisi della Critica della ragion pura
46. La sintesi a priori kantiana
47. La cosa in sé
48. Il problema di Fiche
49. Il problema di Schelling
50. La prova dell' identità di natura e spirito
51. Insufficienza della prova hegeliana
52. Ragione di questa deficienza
53. Il primo scientifico
54. Scienza in sé e scienza per noi
55. L' hegelismo come soluzione della dualità di apriori e aposteriori. Unità originaria di fenomenologia e logica
56. Studi sulle prime categorie della logica
57. L'essere di Hegel
58. La riforma dell' hegelismo
59. Il positivismo
60. Studi sull'etica hegeliana
61. Storicità del pensiero in Spaventa
62. Apparenza positivistica della sua posizione
63. Empirismo e idealismo
64. Sviluppo dell'empirismo e criticismo
65. L'empirismo dello Spaventa
66. Caratteri di questo empirismo
67. L'empirismo del Galilei
68. L'esperienza senza presupposti
69. Fenomenalità dell'ente
70. Il fenomeno assoluto
71. Spiritualismo assoluto
72. Ideale e reale
73. La filosofia dello Spaventa come il più alto punto raggiunto dalla filosofia del cinquantennio

Parte sesta
Scolari di Bertrando Spaventa

1. Sebastiano Maturi e il Vera
2. Religione e filosofia
3. La filosofia della natura
4. Suo atteggiamento rispetto alla riforma della dialettica hegeliana
5. Distinzione di logo e spirito
6. Lo spirito come attività
7. Critica dell'acosmismo panteista
8. Donato Jaja e lo Spaventa
9. Il problema della sintesi a priori
10. La vera sintesi
11. Il problema critico come problema metafisico
12. La mente
13. L'universalità della mente
14. Dialettica dell'essere e del pensiero
15. Hegelismo dello Jaja. Difesa del Fiorentino contro Mamiani
16. Esigenza d'una teoria del puro pensiero
17. Anima e coscienza
18. Critica del positivismo
19. L'eterno originario. Ricerca del concreto
20. Difesa di Kant contro il positivismo
21. Pensiero e sensazione
22. Il problema dell'origine della coscienza trattato fenomenologicamente
23. Lo stesso problema trattato logicamente
24. Soggetto empirico e soggetto assoluto
25. Esigenze insoddisfatte
26. Intuito e pensiero. Ripresa
27. La natura del conoscere
28. L'essere
29. Il soggetto come atto
30. Il giudizio costitutivo ad una di soggetto e oggetto
31. Trasformazione dell'assoluto idealismo in assoluto spiritualismo
32. Scritti di D. Jaja